colesterolo

Avete il colesterolo alto? Consumate più olio extravergine di oliva! Non è un controsenso, anche se magari avete sempre pensato che si tratti di un alimento grasso e con cui non bisogna esagerare.

Infatti, come è possibile verificare anche nel sito della Fondazione di Umberto Veronesi, un giusto consumo di olio protegge le arterie.

Ma facciamo un passo indietro: la colesterolemia, ovvero la quantità totale di colesterolo presente nel nostro corpo, è un parametro importante per tenere sotto controllo il proprio stato di salute. Se infatti il colesterolo LDL, ovvero quello cosiddetto cattivo che si deposita sulle pareti delle arterie e che forma poi le placche aterosclerotiche aumenta troppo, c’è il rischio che vene e arterie si restringano, portando il soggetto verso possibili ictus o infarti.

Ma cosa succede a consumare una giusta quantità di olio extravergine di oliva, ovvero almeno 3 cucchiai al giorno? La presenza di acidi grassi monoinsaturi, che durante la spremitura restano inalterati, riducono la presenza di LDL ma senza andare a disturbare il colesterolo HDL che ostacola l’LDL.

Come va consumato l’olio, per essere efficace contro il colesterolo? È importante ricordare, che per quanto salutare, l’olio non va consumato come se fosse una medicina. È e resta un condimento: usatene quindi 3 cucchiai al giorno, che renderanno la vostra dieta davvero equilibrata. Se però avete uno stile di vita particolarmente dispendioso in termini di energia, potete arrivare a 4 cucchiai al giorno. Esagerare avrebbe l’effetto contrario: la colesterolemia salirebbe.

Tanti si chiedono se è meglio cotto o crudo: partendo dal presupposto che grazie alla sua alta percentuale di acido oleico, il punto di fumo dell’olio di oliva viene raggiunto a temperature molto alte, esso mantiene inalterate le sue qualità anche da cotto…ma crudo resta la perfezione.

Insomma: un consumo intelligente di olio extravergine di oliva, insieme ad uno stile di vita sano, può aiutare vene ed arterie a restare a lungo in buona salute.

credits immagine: dottorsport.info