raccolta

La raccolta si avvicina, ed è tempo di cominciare ad organizzarla nel migliore dei modi, per far sì che nessuna delle nostre preziose olive vada persa.

Raccogliere le olive è un’azione importantissima e che va a determinare la qualità del prodotto. Per avere un Olio Extra vergine di Oliva di qualità è infatti necessario innanzitutto mantenere al meglio la salute delle piante, per evitare infestazioni (come quelle delle mosche olearie) che vanno a danneggiare il raccolto. È essenziale scegliere il periodo perfetto per la raccolta , con un occhio all’andamento stagionale, alla varietà ma soprattutto alla maturazione. Infine è importante utilizzare contenitori forati per il trasporto e accordarsi per tempo con il Frantoio affinché la lavorazione avvenga al massimo entro 48 ore dalla raccolta.

Rispetto alla raccolta, possiamo dire che esistono tre metodi ottimali: brucatura, scuotitura, bacchiatura. Ovviamente sono utilizzati in base al numero di piante, alla tipologia e alle tradizioni locali. C’è da dire ad esempio, che un tempo la campagna olearia durava molto più tempo di adesso: addirittura si iniziava dopo i Santi per terminare dopo Natale. Ma entriamo nello specifico della raccolta.

La brucatura è la raccolta a mano delle olive: il frutto si preserva alla perfezione e si conserva a lungo. Un tempo effettuata davvero solo a mano, oggi viene coadiuvata con l’uso di agevolatori manuali, quali pettini o piccoli rastrelli, che aumentano sensibilmente la produttività e rendono più facile la raccolta. Con questo tipo di raccolta ci sono poche foglie e l’olio è di ottima qualità.

La scuotitura invece, che è meccanizzata, fa cadere le olive su dei teli stesi a terra attraverso lo scuotimento di tronco o rami  con l’utilizzo di scuotitori meccanici. La presenza di foglie è più elevata ma il prodotto è ottimo.

La bacchiatura infine è usata se l’albero è troppo alto: le olive sonno fatte cadere con l’aiuto di mazze. Ci sono meno foglie che con la scuotitura e anche in questo caso l’olio è di buona qualità

 Ovviamente il secondo tipo di raccolta è quello più veloce efficace. Un tempo anche la lavorazione nei Frantoi era più lunga: s’impiegava molto per la spremitura perchè c’era tanto lavoro manuale, che invece oggi è stato sostituito e migliorato dalla presenza macchine moderne, come potete vedere osservando la lavorazione effettuata da noi al Frantoio Torresi.