pane-olio

È opaco, appena nato, figlio del lavoro del nostro Frantoio: è l’olio nuovo. E come si fa per tutti i neonati, anche in esso riponiamo le nostre speranze e i nostri sogni.

Regala emozioni, questo olio nuovo, profumi e sapori: e ha ancora quell’odore forte di olive appena raccolte, con un gusto che piano piano cresce nel palato fino a trasformarsi, a diventare ricco e indimenticabile. Lo scopriamo anche noi nella maniera migliore in cui si possa gustarlo, ovvero su una fetta di pane appena abbrustolita, che regala il suo calore al filo dell’olio dal colore intenso che cade su si essa.

E siamo nel pieno della campagna olearia e della produzione dell’olio nuovo, con un’annata che sembra quasi voglia farsi perdonare quella precedente, con le macine che girano allegre e con energia, mentre gli amici e i clienti si susseguono nel loro pellegrinaggio. Nuove olive arrivano, pronte a restituire ai proprietari il sapore insostituibile dell’olio di casa, a cui tanti avevano dovuto rinunciare nella stagione passata.

E mentre guardiamo l’olio nuovo che corre fuori dalle macchine così intenso e ricco, e ce lo immaginiamo in mille incontri prelibati sulle tavole, ci sembra quasi che porti nel Frantoio il colore delle nostre splendide campagne, il colore dei terreni che hanno dato origine a quelle olive: che è un po’, per noi, il colore della vita.