mani

Per la serie olio e salute, oggi vorremmo occuparci del rapporto tra una giusta alimentazione (e ovviamente una giusta presenza di olio) e le malattie articolari. Visto che si tratta di un tema particolarmente ampio, affronteremo l’artrite nel corso dell’articolo di questa settimana, e quello l’artrosi invece nel post che pubblicheremo la prossima settimana.

Perché, c’è da dire, la purtroppo ampia famiglia delle malattie articolari comprende tutta una serie di patologie che hanno differenti origini e diverse manifestazioni. In Italia quasi il 18% della popolazione ne soffre: e le conseguenze di questa patologia vanno a impattare in maniera importante sulla qualità della vita dei malati.

L’artrite, nello specifico, è un patologia che va a infiammare la membrana sinoviale: da cosa derivi esattamente non lo si sa. È stato però studiato un collegamento con una predisposizione genetica e con fattori ambientali. Ma l’artrite non colpisce solamente oltre una certa età: sono spesso le giovani donne a soffrire di artrite reumatoide, che va ad attaccare le articolazioni di mani e piedi, i gomiti, la colonna vertebrale, ma anche cuore, polmoni, sistema nervoso e pelle.

Ma qual è il ruolo dell’olio extravergine di oliva? La dieta mediterranea ha proprietà antinfiammatorie, soprattutto grazie alla presenza di acidi grassi monoinsaturi omega-9  (nello specifico parliamo di acido oleico) ma anche sostanze antiossidanti presenti nell’olio extravergine di oliva. Esso ha un buon rapporto omega-6/omega-3 e quindi aumenta l’incorporazione di questo tipo di sostanze nelle membrane delle cellule.

Non solo: l’olio extravergine di oliva è ricco anche di fenoli come l’idrossitirosolo, tirosolo, oleuropeina che hanno l’importante capacità di essere antiossidanti e proteggono le articolazioni dai radicali liberi.

Ovviamente accanto al consumo di olio extravergine di oliva bisogna raccomandare anche quello di pesce e di vitamina C ed E che sono presenti nella frutta e nella verdura. Il dolore diminuisce e lo stesso fa la rigidità articolare. Fondamentale anche la presenza dell’olecantale che contiene sostanze simili all’ibuprofene, che ha quindi sia effetti antiinfiammatori che analgesici.

Ma l’olio funziona anche come prevenzione: infatti chi ne consuma abitualmente corre meno il rischio di soffrire di artrite.

Fare quindi uso di olio extravergine di oliva all’interno di una sana dieta mediterranea, migliora la qualità della vita: anche di quella di chi soffre di artrite.